skip to Main Content
Presentazione

OCCHIO ANTERIORE: LE RISPOSTE DELLE SCIENZE DELLA VISIONE FRA INNOVAZIONE E CONTRASTO ALLA MUTAZIONE DEI CONTESTI SOCIALI E DELL’AMBIENTE

Domenica 22 e lunedì 23 Aprile si rinnoverà per la ventunesima volta quello che è diventato un irrinunciabile appuntamento per tutto il mondo dell’occhio e della visione che sarà centrato sul segmento dell’occhio anteriore, il tema sul quale si focalizzeranno relazioni, dibattiti e tavole rotonde sarà inserito in una visione più ampia di quella strettamente ottico/oftalmica e contestualizzato con i riflessi dei disturbi di questa componente dell’occhio sulla vita delle persone.
La prolusione al Congresso sarà tenuta proprio su quest’ultimo tema, in particolare sui problemi connessi alla permanenza al lavoro di persone sempre più anziane (per bilanciare l’aumento di chi gode di una pensione con il calo di chi lavora e contribuisce) che si debbono confrontare con le implicazioni della diffusione planetaria della ICT, che ha sostituito la carta stampata e le informazioni statiche con visori e schermi in tutti i settori della vita umana.
La partecipazione di relatori di queste ultime discipline è un segno di continuità con i temi sui quali si sono svolti i Congressi degli ultimi dieci anni che, pur essendo ovviamente focalizzati sull’occhio, i problemi della sua salute e la qualità della visione, non hanno mancato di essere inquadrati nel più ampio contesto dei problemi sociali ed ambientali e dei riflessi che questi hanno su occhio e visione e sulle soluzioni messe a disposizione dalla ricerca scientifica per porvi riparo.
L’Istituto Zaccagnini, come tradizione e DNA di questo evento congressuale, nella composizione delle partecipazioni al Congresso, tenendo fede alla sua vocazione internazionale, presenta relatori provenienti dal mondo accademico e dalla pratica optometrica anglosassone e quella multidisciplinare con le numerose partecipazioni di aree scientifiche diverse.
Il coordinamento scientifico si avvarrà del patrocinio e della partnership scientifica della prestigiosa Fondazione della Banca degli Occhi del Veneto e vedrà la presenza attiva di SOPTI – Società Optometrica Italiana, di AILAC – Accademia Italiana Lenti a Contatto e di AILES – Accademia Italiana Lenti Sclerali.
Lunedì 23 Aprile si terrà una Tavola Rotonda che affronterà il tema, che coinvolge in modi diversi tutti gli attori della filiera ottica,

“Lavoro, giovani e formazione professionale: un nodo da sciogliere”

sul quale convergono le valutazioni degli analisti italiani e delle organizzazioni internazionali che individuano nelle carenze della scuola italiana, in specie di quella professionale e nell’inefficace integrazione fra scuola e imprese, una delle cause principali del declino del Paese e dell’entità della disoccupazione giovanile. Alla Tavola Rotonda parteciperanno operatori della scuola, della formazione e delle imprese della filiera ottica.
Il programma dei due giorni di dibattiti e relazioni si completa con una sessione di workshop e una dedicata ai poster, aperta alla partecipazione di tutti coloro, persone o istituzioni, che hanno al centro dei loro interessi lo studio delle conoscenze scientifiche del mondo della visione.

Back To Top