skip to Main Content
Presentazione
b_congr_2017

“Il peso globale della potenziale perdita di produttività derivante da presbiopia non corretta“ (The global burden of potential productivity loss from uncorrected presbyopia) è il titolo di un articolo – autori fra gli altri Kevin D. Frick, e Brien A. Holden, pubblicato nel 2015 dall’American Accademy of Ophatalmology  (VIII Agosto 2015) che l’Istituto Zaccagnini ha assunto come pay off della XX edizione del Congresso Interdisciplinare.

La presbiopia è, infatti, un difetto visivo di dimensioni planetarie, che limita le relazioni degli individui con il mondo esterno nel ciclo di vita di piena occupazione e attività sociale, di cui è portatore il maggior numero di abitanti del pianeta e sarà il tema intorno al quale, con il consueto apporto di presenze internazionali e l’approccio multidisciplinare del Congresso, ruoteranno comunicazioni scientifiche, relazioni e dibattiti di un appuntamento scientifico e professionale che taglierà il prestigioso traguardo delle venti edizioni.

Nella formulazione del programma molta attenzione è stata posta alle componenti contestuali dei problemi posti dalla presbiopia alle persone, ai diversi ambiti di correzione e di uso della visione – dalla refrazione ai sistemi di correzione – all’efficacia e ai livelli di fruibilità, alle implicazioni umane, sociali ed economiche. Il Congresso sarà anche l’occasione per esplorare se per questo insidioso minus visivo esistono concrete prospettive di prevenzione o di ritardo dei tempi di insorgenza.

Come tradizione ormai consolidata, parteciperanno ai tre giorni di lavori congressuali relatori delle diverse discipline che ruotano intorno all’occhio e alla visione, provenienti dai paesi anglosassoni.

Il Congresso si articolerà in tre sezioni e in otto sessioni plenarie in cui si alterneranno cinquanta relatori che affronteranno l’attualità dei tre filoni di correzione della presbiopia, occhiali, lenti a contatto e chirurgia e si concluderà con una tavola rotonda in cui si riassumeranno i topics che saranno emersi dai lavori della plenarie.

Alla stesura del programma scientifico, all’individuazione dei relatori e alla pianificazione degli interventi, oltre ai Comitato Scientifico, sono state chiamate alcune delle più importanti organizzazioni scientifiche internazionali del mondo optometrico ed oftalmico, partner del Congresso, quali: AILAC – Associazione Italiana Lenti a Contatto; ERPG – European Research Presbyopic Group; IACLE – International Association Contact Lens Educators; SOPTI – Società Optometrica Italiana; Ass. A.I. – Associazione Andrologi Italiani, Sezione Sessuologia.

Nell’ambito del programma congressuale saranno attivati Seminar, Workshop e la presentazione di Poster.

I lavori si concluderanno Lunedì 6 Febbraio con una Tavola Rotonda, che sarà animata e condotta dai presidenti delle Plenarie, e rappresenterà una sorta di contest e di confronto fra le diverse opzioni di correzione e di trattamento, che non si dovrà concludere con un verdetto, ma offrirà una sintesi efficace dello stato dell’arte dei sistemi di correzione e di trattamento della presbiopia.

Nel corso del Congresso, che si aprirà sabato con un avant-programma di IACLE dedicato agli insegnanti di optometria italiani, avranno luogo molti eventi fra cui merita una citazione la cerimonia di consegna dei diplomi di abilitazione dei Corsi dell’Istituto Zaccagnini.

Back To Top