skip to Main Content
Presentazione

Banner-Congresso-XVIII-ITA

L’ERA DELL’INFORMATION E COMMUNICATION TECHNOLOGY,
UNA NUOVA SFIDA PER IL MONDO DELLA VISIONE

Interdisciplinarità e internazionalità sono le linee guida che da un ventennio ispirano il Congresso organizzato dall’Istituto Zaccagnini e sono alla base dell’individuazione dei temi prescelti su cui convergono tutte le discipline che, di volta in volta, sono coinvolte come focus delle singole edizioni e la qualità e la tipologia degli interventi. L’internazionalità si è arricchita di recente della collaborazione con la School of Life & Health dell’Aston University of Birmingham che ha portato alla realizzazione del BSc in Optometry e Clinical Practice in Italia presso l’ IBZaccagnini Vision Sciences Department.

Queste main stream concettuali si inseriscono nei cambiamenti e nelle richieste che provengono e dalla società con la Social and Digital Health negli ambiti che interessano la cura e la salute delle persone e dalla centralità che al loro interno vi hanno nelle loro complesse relazioni con fenomeni, quali l’ambiente di lavoro o di studio, l’alimentazione, i comportamenti, le età, con i quali in vari modi, interagiscono.

Il tema del XVIII Congresso è focalizzato sulla rivoluzione apportata dalle tecnologie informatiche all’informazione e alla comunicazione e sulle conseguenze che ciò sta provocando alla visione.

L’ICT (Information and Communication Technology), nata con l’avvento del computer, ha rivoluzionato i sistemi di elaborazioni dei dati e di trasmissione delle informazioni e, in concomitanza con l’evoluzione della tecnologia elettronica e digitale, ha proposto nuovi strumenti d’informazione che hanno conquistato anche l’area della comunicazione. La lettura e l’ascolto sono sostituiti progressivamente dalla visione e dalla consultazione di visori e schermi delle macchine operatici, dei lettori di cassa, dei giochi elettronici e dei sistemi di pagamento, mentre e le vie commerciali, i mercati, gli ambienti di lavoro e quelli dedicati all’edutainment e dello shopping, sono sostituiti dai nuovi uffici/grattacielo, dalle gallerie commerciali e dagli outlet, in cui si vive e si lavora per tempi lunghi in ambienti chiusi, condizionati e con luce artificiale.

IL XVIII Congresso cercherà di dare risposte ai temi:

Come e in che misura il fenomeno è noto?
Quali soluzioni per contrastare il fenomeno?
Come adeguare la professionalità dell’ottico e dell’optometrista a questa nuova sfida?
Quali consapevolezze debbono acquisire?
Come e in quali direzioni debbono ampliare il loro bagaglio di conoscenze?
Come rendere coscienti del problema le persone che vi sono più esposte a iniziare dai più giovani?

A rispondere a questi quesiti saranno eminenti relatori di tutte le discipline che si occupano dei problemi della visione, molti provenienti dall’optometria inglese.

Il programma è articolato in due giornate, domenica si svolgeranno le sedute plenarie, la presentazione del 1°anno di Corso del BSc in Optometria e la consegna della Borsa di studio intitolata a Marc André Bovey, Lunedì mattina si terrà una tavolo rotonda per discutere dei risvolti che l’ITC sta provocando sulla funzione del punto di vendita ottico e a seguire i workshop di approfondimento dei temi congressuali.

Back To Top