skip to Main Content
〈 IBZ Sito istituzionale 〉
Congresso Interdisciplinare
Presentazione della XXIII edizione

La ventitreesima edizione del Congresso Interdisciplinare inaugura un ciclo di eventi congressuali che prosegue a Milano con la “conferences-event two” dal titolo “Distribuzione ottica fra professione e retail innovation” lunedì 15 giugno 2020, per poi concludersi con l’“event three” a Venezia sul tema “Innovazione e cambiamento nella diagnosi, terapia della superficie oculare e correzione ottica” Domenica 25 Ottobre.

L’Istituto Zaccagnini, attivo nell’ambito scolastico e formativo dell’ottica e dell’optometria, in coerenza con la sua mission, porta avanti un processo continuo di qualificazione e di aggiornamento dei contenuti dei suoi programmi.

Per adempiere a questa finalità, punto di riferimento delle sue strategie culturali, l’Istituto potenzia lo strumento congressuale per ampliare la sua piattaforma di contatti con competenze ed esperienze, non solo nazionali, e allinearsi ai paesi guida del settore per aggiornare le conoscenze di tutta la community scolastica, dagli studenti, ai docenti, alle famiglie.

Nasce così l’idea di moltiplicare l’esperienza del Congresso, con tre eventi che vogliono cogliere tutto l’arco delle criticità della filiera ottica.

In questa sua XXIII edizione, il Congresso Interdisciplinare esplorerà il tema “2030: Quali cambiamenti e quali innovazioni nella correzione dei difetti visivi?” che viene proposto con la volontà di mantenere alto il livello dell’aggiornamento professionale di chi nei vari settori di competenza interviene, in vario modo e in vari campi, nella vita delle persone e delle aziende che operano per e nell’ ottica, l’optometri e oftalmologia.

Le due giornate di lavori congressuali offriranno ai partecipanti uno stringente programma al cui centro ci sono quattro sessioni plenarie che ruoteranno su temi legati fra di loro dalla innovazione, una serie di work shop a cui daranno il loro contributo nomi italiani di ricercatori, docenti e professionisti noti e due prestigiose presenze straniere il Prof. James Wolffsonh dell’Aston University, UK e la Dr.ssa Karen Walsh della Waterloo University, Canada.

Di grande interesse saranno le due tavole rotonde, previste Domenica e Lunedi, centrate sui temi di attualità dei due pilastri dell’ottica, la contattologia e l’ottica oftalmica, a confronto con i cambiamenti intervenuti sul mercato delle ametropie e sui sistemi di correzione della vista e della salute degli occhi.

Per l’importanza che ha per il mondo delle imprese per il recruiting, e non solo, e per gli ottici, la Cerimonia di consegna dei diplomi in ottica e in optometria e la cena di gala che la concludono, sono entrate da quest’anno nel programma ufficiale del Congresso.