skip to Main Content
〈 IBZ Sito istituzionale 〉

LE INTEGRAZIONI DELLA DIDATTICA DELL’ISTITUTO ZACCAGNINI, Il seminario “Rudimenti di Ottica Adattiva”, Giovedì 19 Aprile 2018

LE INTEGRAZIONI DELLA DIDATTICA DELL’ISTITUTO ZACCAGNINI, Il Seminario “Rudimenti Di Ottica Adattiva”, Giovedì 19 Aprile 2018

Giovedì 19 Aprile si è tenuto presso l’aula magna dell’Istituto Benigno Zaccagnini un seminario di approfondimento dal titolo “Rudimenti di Ottica Adattiva”, rivolto agli studenti delle classi seconde del corso biennale abilitante alla professione di Ottico. L’attività rientra nell’offerta didattica di ampliamento formativo fornita dall’istituto al fine di stimolare l’interesse degli studenti che si avviano all’abilitazione verso nuovi contenuti più moderni e complessi dell’Ottica e dell’Optometria, anche in vista di una eventuale prosecuzione dei loro studi.

L’Ottica Adattiva (OA) è tra le tecnologie avanzate più rilevanti per la progettazione di telescopi terrestri di nuova e futura generazione ed è finalizzata a migliorare la qualità delle immagini ottenute da tali telescopi, correggendo gli effetti di distorsione sulle immagini dovuti alla turbolenza atmosferica. Da qui, si è avuto uno sviluppo dell’OA in diversi settori tra cui l’oftalmologia: l’OA ha permesso la costruzione in tempi recentissimi di strumenti all’avanguardia per fornire immagini dell’occhio umano estremamente dettagliate, sia allo scopo di correggere le sue aberrazioni che per fornire diagnosi molto precise in caso di retinopatie.

Il seminario, a cura di Alessandra Giannuzzi, Alessandro Romeo (docenti interni di Ottica e Fisica) e Gabriele Civiero (docente interno di Optometria), si è svolto in modalità videoconferenza ed ha visto come relatrice la dott.ssa Laura Schreiber, ricercatrice nell’ambito delle nuove tecnologie per l’astrofisica e in particolare dell’Ottica Adattiva presso INAF – Osservatorio Astronomico di Bologna attualmente operante presso IPAG – Institut de Planétologie et d’Astrophysique di Grenoble. La dott.ssa Schreiber svolge da anni ricerca nel settore delle Ottiche Adattive ed ha collaborato, e tuttora collabora, a progetti di rilevanza internazionale. Attualmente partecipa alla progettazione di un sistema di Ottiche Adattive per lo E-Elt ovvero lo European Extremely Large Telescope, un telescopio ottico che, con i suoi quasi 40 metri di diametro, una volta terminato sarà il più grande del mondo. Questo gigantesco scrutatore dell’universo sarà pronto per puntare il mirino nel 2024, alla ricerca di nuovi pianeti da scoprire e di galassie lontane che possano svelarci l’eterno mistero della nostra storia. In questa appassionante avventura scientifica l’Italia (INAF), e in particolare Bologna, si è guadagnata un posto in prima fila.

_____________________________________________________________________________________________________________________________________

L’Istituto Zaccagnini, la Vocational Education e le integrazioni della didattica.

La Vocational Education, letteralmente formazione professionale terziaria, è costituita da un  percorso  formativo  che   prepara  lo   studente  a  svolgere  una professione o un’occupazione nel settore terziario.

Si  basa sulla  trasmissione  di  conoscenze,   abilità  e competenze specifiche che lo studente deve sviluppare tramite il  percorso formativo  ed esperienze qualificanti integrative.

L’attività educativa dell’Istituto Zaccagnini si colloca esattamente in questo ambito, forma professionisti che opereranno nel settore dei servizi alla persona in ambito sanitario.

Pertanto la didattica dell’Istituto si integra con strumenti, modalità, testimonianze ed esperienze integrative che qualificano il percorso formativo.  Lo scopo del Seminario “Rudimenti di Ottica Adattiva” si colloca all’interno dell’approccio didattico dell’Istituto fondato sull’integrazione dello studio delle materie che compongono il corso di abilitazione con l’apprendimento delle pratiche e delle procedure in uso nella distribuzione ottica, nella conoscenza tecnico/merceologica dei prodotti oftalmici e delle attrezzature per il controllo della visione.

L’approccio didattico a cui si fa riferimento si fonda sul quello europeo nella formazione delle professioni recepito anche in Italia delle norme riguardanti le professioni, entrate in vigore da gennaio 2013 in Italia, il cui principio ispiratore, di matrice anglosassone e poi comunitaria, è quello della prevalenza delle abilità e delle competenze dei professionisti sui titoli di studio scolastici e accademici.

Uno scorcio dell’Aula Magna dell’Istituto Zaccagnini e del sistema di doppia videoproiezione che garantisce un’ottimale visione e

partecipazione alle attività didattiche.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Back To Top