skip to Main Content
〈 IBZ Sito istituzionale 〉

Master multisciplinare di Visione e Postura, sono aperte le iscrizioni alla V Edizione

Il 15 Novembre inizierà la V edizione del Master multidisciplinare di Visione e Postura.

Il Master è aperto agli Ottici abilitati, Optometristi, Ortottisti assistenti in Oftalmologia ed tutte le professioni sanitarie mediche e non mediche.

LA POSTURA: cos’è ed i suoi ambiti relazionali

Dal punto di vista motorio, ogni essere vivente deve essere in grado di adattarsi all’ambiente in cui si trova per sopravvivere e svolgere la propria attività statica e dinamica. Si può definire “postura” un concetto più generale di equilibrio corporeo inteso come “ottimizzazione” del rapporto tra soggetto e ambiente circostante, cioè quella condizione in cui il soggetto assume atteggiamenti e posizioni del proprio corpo ideali rispetto alla situazione ambientale, in quel determinato momento e per i programmi motori previsti.
Una funzione così importante viene esplicata da un insieme di organi e strutture fra loro comunicanti definito Sistema-Tonico-Posturale (S.T.P.), per far questo l’organismo utilizza differenti risorse che lavorano in modo relazionale ma anche in modo “cibernetico” attraverso:
• gli esterocettori: posizionano il corpo umano in rapporto all’ambiente (tatto, visione, udito);
• i propriocettori: posizionano le differenti parti del corpo in rapporto all’insieme, in una posizione prestabilita;
• i centri superiori: integrano i selettori di strategia, i processi cognitivi e rielaborano i dati ricevuti dalle due fonti precedenti (esorecettori ed endocerettori).

Gli obiettivi educativi del Master

Le conoscenze, esperienze e competenze.

Il corso si pone l’obiettivo di offrire ai professionisti della visione un’escursione teorica / pratica del sistema tonico posturale con l’aiuto di docenti di estrazione sia professionale che scientifica operanti nell’ambito della postura e in quello del recettore posturale di propria competenza (occhio, piede, orecchio e apparato stomatognatico).
Il focus verterà sulle abilità visive che l’essere umano possiede e come queste influenzano l’economia posturale e, cosa non meno importante, l’influenza che i vari sistemi di correzione delle ametropie hanno sulla qualità della postura. Ciò serve al professionista della visione per seguire al meglio l’ametrope quando, dopo avere cambiato la correzione o l’occhiale, presenta problemi di equilibrio o l’insorgenza di algie.
Il corso tratta le competenze specialistiche di clinica optometrica riferite all’esperienza visuo-ambientale, e quelle relative agli ambiti recettoriali (vestibolare, A.T.M., podalico, propriocettivo e cinestetico) integrando le diverse discipline e stimolando la collaborazione fra i professionisti che si occupano di postura al fine di per prescrivere la compensazione e il relativo dispositivo ottico che permetta di mantenere la persona in buon equilibrio.

Per saperne di più clicca qui.

Visione e postura 2015

Visione e postura 2015 2Domanda MASTER VISIONE E POSTURA - V Edizione

Back To Top