skip to Main Content
〈 IBZ Sito istituzionale 〉

SONO APERTE LE ISCRIZIONI AL CORSO SUPERIORE DI VISIONE E POSTURA – IV Edizione 11 Gennaio – 11 Maggio 2015

CORSO SUPERIORE DI VISIONE E POSTURA – IV EDIZIONE 11 Gennaio – 11 Maggio 2014

Coordinatore del corso Prof. Pietro Gheller, Psicologo e Optometrista

11 Gennaio 2015 – Seminario introduttivo

Dott. Piergiorgio Tonello, medico spec. in odontoiatria

Dott. Saverio Colonna medico spec. in ortopedia e medicina   manuale osteopatica

Dott. Pietro Gheller psicologo, optometrista, posturologo

12 Gennaio 2015 – I Modulo “Neuropsicologia/neurofisiologia”

Dott. Fabrizio Zeri PhD psicologo e optometrista

15 Febbraio 2015 – II Modulo “Osteopatia e basi di posturologia”

Dott. Andrea Cipolla fisioterapista e osteopata

16 Febbraio 2015 – III Modulo “Ortodonzia e relazione ATM/postura”

Dott. Piergiorgio Tonello, medico spec. in odontoiatria

8 Marzo 2015 – IV Modulo “Ortopedia e disfunzioni posturali”

Dott. Saverio Colonna medico spec. in ortopedia e medicina manuale osteopatica

Dott.ssa Laura Zanoni podologa

9 Marzo, 12, 13 Aprile, 10, 11 Marzo V Modulo “Optometria e disfunzioni visivo/posturali”

Dott. Pietro Gheller psicologo, optometrista, posturologo

Dott. Marino Formenti OD optometrista

Rinaldo Spinozzi optometrista

 

PRESENTAZIONE LA POSTURA: Che cosa è ed i suoi ambiti relazionali

Dal punto di vista motorio, ogni essere vivente deve essere in grado di adattarsi all’ambiente in cui si trova per sopravvivere e svolgere la propria attività statica e dinamica. Si può definire “postura“ un concetto più generale di equilibrio corporeo inteso come “ottimizzazione“ del rapporto tra soggetto e ambiente circostante, cioè quella condizione in cui il soggetto assume atteggiamenti e posizioni del proprio corpo ideali rispetto alla situazione ambientale, in quel determinato momento e per i programmi motori previsti.

Una funzione così importante viene esplicata da un insieme di organi e strutture fra loro comunicanti definito Sistema-Tonico-Posturale (S.T.P.), per far questo l’organismo utilizza differenti risorse che lavorano in modo relazionale ma anche in modo “cibernetico” attraverso:

  • gli esterocettori: posizionano il corpo umano in rapporto all’ambiente (tatto, visione, udito);
  • i propriocettori: posizionano le differenti parti del corpo in rapporto all’insieme, in una posizione prestabilita;
  • i centri superiori: integrano i selettori di strategia, i processi cognitivi e rielaborano i dati ricevuti dalle due fonti precedenti (esorecettori ed endocerettori).

OBIETTIVI FORMATIVI: conoscenze, esperienze, competenze.

Il corso si pone l’obiettivo di offrire ai professionisti della visione un’escursione teorica / pratica del sistema tonico posturale con l’aiuto di docenti di estrazione sia professionale che scientifica operanti nell’ambito della postura e in quello del recettore posturale di propria competenza (occhio, piede, orecchio e apparato stomatognatico).

Il focus verterà sulle abilità visive che l’essere umano possiede e come queste influenzano l’economia posturale e, cosa non meno importante, l’influenza che i vari sistemi di correzione delle ametropie hanno sulla qualità della postura. Ciò serve al professionista della visione per seguire al meglio l’ametrope quando, dopo avere cambiato la correzione o l’occhiale, presenta problemi di equilibrio o l’insorgenza di algie.

Il corso tratta le competenze specialistiche di clinica optometrica riferite all’esperienza visuo-ambientale, e quelle relative agli ambiti recettoriali (vestibolare, A.T.M., podalico, propriocettivo e cinestetico) integrando le diverse discipline e stimolando la collaborazione fra i professionisti che si occupano di postura al fine di per prescrivere la compensazione e il relativo dispositivo ottico che permetta di mantenere la persona in buon equilibrio.

 

Diapositiva1

Back To Top